Turismo, crisi profonda L’imposta di soggiorno è sospesa fino a giugno

Il lago Moro: fino a giugno niente imposta di soggiorno
Il lago Moro: fino a giugno niente imposta di soggiorno

Il settore turistico sta pagando carissima l’emergenza sanitaria, e sono tante le iniziative che si sono succedute nei Comuni per sostenerlo. A Darfo, per esempio, dopo aver destinato al commercio oltre 700mila euro, hanno deciso, con un atto della giunta, che per i primi sei mesi del 2021 l’imposta di soggiorno non sia applicata. LA DELIBERA è stata voluta «per sostenere il turismo travolto dall’emergenza sanitaria al fine di agevolare gli operatori del settore». Fino al 30 giugno, chi soggiornerà nella città termale non dovrà maggiorare il costo della sua permanenza con la tassa dedicata, che le strutture ricettive non dovranno all’ente locale. L’annuncio è in evidenza anche sul sito civico, ma l’ufficio Tributi è a disposizione per ogni necessità dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 e via telefono e via e-mail per chiarimenti. L’annullamento della tassa a Darfo Boario aveva già interessato tutto il 2020.

C.VEN.