CHIUDI
CHIUDI

29.09.2020

Un paese on line con il maxi regalo del Comune

La consegna dei pc ad alcuni dei giovani studenti di Saviore
La consegna dei pc ad alcuni dei giovani studenti di Saviore

Santa Lucia e Babbo Natale sono arrivati con largo anticipo a Saviore. Merito del Comune, che la scorsa settimana ha donato 71 computer portatili ad altrettanti studenti residenti nel capoluogo e nella frazione Valle. Durante la lunga clausura imposta dalla pandemia è emerso che molti giovani hanno avuto difficoltà a seguire le lezioni a distanza, soprattutto per la mancanza dei dispositivi. Così, l’ente locale guidato dalla sindaca Serena Morgani ha deciso di mettere mano al portafoglio e di investire sul futuro dei giovani concittadini. «Effettivamente abbiamo fatto un investimento sul futuro - commenta la giovane amministratrice -. È stata una scelta neanche troppo difficile e l’abbiamo presa all’unanimità. Non la riteniamo però solo un investimento, ma anche un premio. Un premio perché durante il lockdown abbiamo riscontrato grosse difficoltà nella didattica a distanza; in particolare in quei nuclei familiari numerosi, alcuni composti addirittura da tre o quattro figli in età scolare. Per cui ci è stato facile prendere la decisione di dotare di un pc tutti gli studenti dalle elementari alle superiori». E DOPO il gradito regalo ai ragazzi veniamo alla ripartenza dei cantieri relativi alle opere pubbliche dopo il lungo stop. «In particolare gli operai sono tornati al lavoro nell’area sottostante il municipio - spiega la sindaca - dove abbiamo intenzione di riqualificare tutta l’area giochi: verrà realizzato un nuovo parco attrezzato e nascerà una nuova piastra per accogliere gli eventi estivi. Ovviamente il nostro augurio è quello di poterli riprendere l’anno prossimo. Inoltre, grazie a un contributo ministeriale e regionale abbiamo programmato la sostituzione di tutti i serramenti del municipio, un intervento questo che prenderà il via ai primi di ottobre». Saviore è uno dei comuni bresciani che può contare ogni anno sui sostanziosi fondi destinati dalle Province di Trento e Bolzano alle realtà locali confinanti. Cosa bolle in pentola su questo fronte? «Stiamo investendo molto sulle infrastrutture, e nei prossimi mesi - anticipa Morgani - metteremo mano al rifacimento di piazza Sant’Antonio, nel capoluogo, mentre sono già stati appaltati i lavori per la riqualificazione dell’edificio della ex elementare di Valle. Il progetto di ripristino contempla pure un campetto di calcio a 5 col fondo sintetico per i nostri ragazzi - conclude -, un parco giochi, la sala civica e nuovi locali per la biblioteca». •

L.FEBB.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1