CHIUDI
CHIUDI

26.01.2020 Tags: Valsabbia

La casa di riposo si regala un «open space»

L’area esterna della casa di riposo di Sabbio in cui nascerà l’area giorno allargata
L’area esterna della casa di riposo di Sabbio in cui nascerà l’area giorno allargata

È la gratitudine di una signora che qui ha trascorso gli ultimi anni della sua vita a consentire un nuovo salto di qualità nei servizi offerti dalla casa di riposo «Bertella» di Sabbio Chiese. La ex ospite generosa ha lasciato un’eredità di circa 180 mila euro, grazie alla quale ora sarà possibile raddoppiare gli spazi della zona giorno della Rsa comunale. Questa importante somma è stata donata all’ente locale, con una disposizione testamentaria, da Maddalena Flocchini, per tanti anni ospite della struttura, e il suo regalo è stato naturalmente finalizzato alla realizzazione di migliorie nella casa della terza età. Detto, fatto. L’intervento di ampliamento degli spazi già esistenti al piano terra della Bertella prevede la realizzazione di una struttura in ferro e vetro a forma di mezzaluna che si appoggerà al fabbricato storico, ma anche nella confinante zona dell’infermeria e dello studio medico, l’allargamento del fabbricato che ospita appunto gli spazi dedicati a medico e infermieri. «SI TRATTERÀ di due interventi distinti per tipologia - spiega il sindaco Onorio Luscia -, per non stravolgere il corpo edilizio principale, che è di interesse storico e architettonico. Verrà valorizzato l’antico colonnato realizzando una struttura metallica leggera e non invasiva che porterà la superficie dagli attuali 57 metri quadrati a ben 110. Verrà anche installata una bussola d’entrata, così da eliminare i disagi dovuti, d’inverno e d’estate, agli sbalzi termici». Relativamente all’area medico infermieristica invece l’ampliamento avverrà sull’esistente: il fabbricato qui è molto più recente. «La nostra gratitudine - aggiunge il primo cittadino - va non solo alla signora Maddalena, ma anche alla sua unica erede, la nipote Rosaria Francinelli, che da subito ha pienamente condiviso le scelte della parente». IL PROGETTO è già pronto, e il lascito coprirà l’intera spesa da affrontare: «Dobbiamo solo presentarlo alla Sovrintendenza. E se questa, ne siamo certi, ci sosterrà, è nostra intenzione iniziare subito i lavori e portarli a termine entro l’estate». Sono solo tre le case di riposo del Bresciano appartenenti a Comuni, e tra queste c’è appunto quella di Sabbio Chiese che, guidata oggi dal presidente Rudi Baruzzi, nell’arco di trent’anni ha investito molto nella struttura per rendere più piacevole la residenza degli ospiti. Ma in questo caso, grazie alla gratitudine che la signora Flocchini ha dimostrato, tutto potrà avvenire senza intaccare le casse del municipio. •

Massimo Pasinetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1