CHIUDI
CHIUDI

13.01.2021 Tags: Gavardo

«Stanze degli abbracci», missione compiuta

La casa di riposo «La Memoria» di Gavardo
La casa di riposo «La Memoria» di Gavardo

Missione compiuta: le due case di riposo operative sul territorio di Gavardo - la Rsa gestita dalla Fondazione La Memoria e la Cenacolo Elisa Baldo - potranno presto mettere in funzione una «stanza degli abbracci», così da permettere ai parenti di poter riabbracciare i propri cari, dopo tanti mesi di lontananza forzata causata dalla pandemia. L’obiettivo di riportare un po’ di normalità, o almeno di soddisfare la fondamentale necessità emotiva di un contatto ravvicinato coi propri cari, è stato raggiunto grazie alla raccolta di fondi lanciata poche settimane fa (appena prima di Natale) dal Comune e dall’Associazione volontari gavardesi. In poche settimane sono già stati recuperati i diecimila euro necessari all’organizzazione del servizio, che sarà implementato da qui alle prossime settimane. «Le offerte che sono state raccolte fino a oggi ammontano a diecimila euro - confermano i promotori dell’iniziativa umanitaria -, e saranno usate per sostenere le nostre Rsa nell’acquisto e nella gestione di quanto necessario per consentire agli ospiti di tornare a incontrare e abbracciare i loro cari in completa sicurezza. I fondi raccolti sono stati consegnati in parti uguali alle due strutture, affinché possano in completa autonomia, e in base alle specifiche necessità, predisporre e allestire spazio e installazione. Ripartiamo quindi dagli abbracci, ma non fermiamoci adesso». LA RACCOLTA fondi, infatti, proseguirà fino alla fine del mese: sarà possibile continuare a donare per l’acquisto di attrezzature e dispositivi di protezione individuale, sempre destinate alle case di riposo gavardesi, oltre che per la sanificazione delle nuove stanze degli abbracci. Dunque l’appello si rinnova: gli interessati possono effettuare un bonifico utilizzando l’Iban IT52 C051 1654 5600 0000 0027385, intestato a «Associazione volontari gavardesi» e con la causale «Raccolta fondi Regaliamo un abbraccio». Soddisfatto anche il sindaco Davide Comaglio: «Un bellissimo risultato - commenta - che permetterà agli ospiti delle case di riposo di poter incontrare i propri cari. Grazie ai tanti donatori che con generosità hanno permesso che si potesse raggiungere in breve tempo questo importante traguardo. C’è tempo fino alla fine del mese per eventuali altre donazioni, che verranno girate interamente alle due Rsa» conferma il primo cittadino». •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1