Addio Pezzola, nobile artigiano

Oreste Pezzola aveva 95 anni: domani il funerale a Sant’Apollonio
Oreste Pezzola aveva 95 anni: domani il funerale a Sant’Apollonio
Oreste Pezzola aveva 95 anni: domani il funerale a Sant’Apollonio
Oreste Pezzola aveva 95 anni: domani il funerale a Sant’Apollonio

Ora le sue mani da artigiano e scultore potranno continuare a definire la forma in paradiso. Lumezzane, che lo ha adottato e dove ha formato una famiglia, piange Oreste Pezzola, scomparso ieri a 95 anni. La sua officina-galleria aperta nel 1960 in via Ragazzi del ’99 a Sant’Apollonio, prima come incisore di stampi e poi, dal 1995, dove il bronzo e la cera si sono animati nei tratti di personaggi, artigiani al lavoro, stemmi e arte sacra, è stata meta di pellegrinaggio. Una di queste occasioni, di cui Bresciaoggi aveva scritto dieci anni fa, erano state le visite dei ragazzi per un progetto tra scuola e impresa. E in quel momento l’artigiano scomparso, cercando di coinvolgere i giovani, aveva espresso il rammarico di scoprire ragazzi ammirati dalle sue opere, ma nessuno intenzionato ad apprendere il suo mestiere. Poi l’età che avanzava lo aveva portato a sospendere il lavoro, ma sempre con il sorriso sulle labbra come quando è stato immortalato nel 2016 alla festa dei suoi 90 anni. Così come nello scatto con cui la figlia Marcella, ex assessore e impegnata nel volontariato, ha voluto postare ieri sui social media per ricordare il padre. Oreste Pezzola, che avrebbe compiuto 96 anni il prossimo settembre, era nato a Orzinuovi e già a 12 anni aveva dovuto lasciare gli studi dopo la chiamata alle armi del padre. Aveva poi ripreso a studiare dedicandosi all’avviamento professionale e diventando disegnatore meccanico. Nel 1945 aveva raggiunto Lumezzane tra attività industriale e scultura. In Valgobbia è stato tra i fondatori della cooperativa Artigiani e della «Cvl» per disabili e componente degli Amici dell’Arte. Della sua nutrita attività artistica fanno parte il monumento ai caduti al lavoro inaugurata nel 2003 a Bovegno e opere di arte sacra (due donate anche al Vaticano a Benedetto XVI), figure di episodi storici, scorci di paesaggi di Lumezzane, stemmi, ritratti e busti e dieci anni di mostre in Valtrompia, in provincia, ma anche a Piacenza e Siena. Fra tanti riconoscimenti, è stato anche insignito dei titoli Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica e Commendatore. Lascia la figlia Marcella e le sorelle Irene e Domenica e nipoti. Stasera alle 19 sarà celebrata una veglia da Benedini, in via Ragazzi del ’99, dove è stata allestita la camera ardente e domani si svolgerà il funerale dalle 16,30 nella chiesa di Sant’Apollonio, poi la sepoltura al cimitero Unico. Oreste Pezzola aveva 95 anni. Una vita da artigiano e scultore. •. F.Ziz. © RIPRODUZIONE RISERVATA