LUMEZZANE

Al volante dell’auto finisce contro il muro. Perde la vita a 21 anni

Mattia Pasqua stava percorrendo la via che da Piatucco conduce a Gazzolo
Mattia Pasqua aveva 21 anni: domani sarà celebrato il funerale a Fontana
Mattia Pasqua aveva 21 anni: domani sarà celebrato il funerale a Fontana

Neppure l’esplosione degli airbag e le cinture di sicurezza regolarmente allacciate sono riusciti a salvare la vita a Mattia Pasqua. Lo schianto contro la cuspide di un muro di recinzione di un’abitazione non ha lasciato scampo al 21enne di Lumezzane che alla guida della sua Mini Cooper stava percorrendo ieri mattina via Padre Bolognini. La vittima abitava a poca distanza dal luogo teatro della tragedia avvenuta poco dopo le 8 nella frazione di Gazzolo. Mattia Pasqua era diretto all’ufficio di ragioneria informatica dello studio da commercialista in località Fontana dove avrebbe dovuto iniziare una nuova settimana di lavoro. La dinamica dell’incidente, ricostruita dagli agenti della Polizia locale di Lumezzane è semplice nella sua drammaticità. Il 21enne stava percorrendo la via che da Piatucco porta a Gazzolo, non lontano dalla sede della cooperativa Cvl e del cimitero di Pieve. A un certo punto, all’altezza di una curva a sinistra ha perso il controllo del veicolo - non è chiaro se per un malore o per l’alta velocità - uscendo diritto di strada e schiantandosi contro la recinzione in muratura esterna di un’abitazione. Il boato dello schianto ha richiamato l’attenzione dei residenti che hanno immediatamente fatto scattare l’allarme. Nel giro di una manciata di minuti in via Padre Bolognini sono confluite un’automedica della Croce bianca di Lumezzane e un mezzo di supporto e i Vigili del fuoco locali e una squadra proveniente da Gardone Valtrompia. Ma i soccorritori non hanno potuto fare nulla, neppure provare una manovra di rianimazione. Il decesso è infatti avvenuto sul colpo. Sul posto è arrivato anche lo zio 53enne della vittima che quando ha preso coscienza della tragedia è stato colto da un malore e trasportato in ambulanza a Ome. All’agenzia funebre Benedini è stato affidato il compito di comporre la salma, estratta dall’abitacolo dai Vigili del fuoco. La camera ardente è stata allestita nella sala del commiato in via De Gasperi. Il magistrato non ha ritenuto indispensabile disporre l’autopsia dando il nulla osta al funerale che sarà celebrato domani alle 15,30 nella chiesa di Fontana. Mattia Pasqua riposerà nel cimitero di Pieve. Uno degli aspetti ancora da chiarire è il motivo che ha spinto il giovane diretto al lavoro a tornare indietro verso la sua abitazione. Non è escluso che nel viaggio verso Fontana il 21enne si sia accorto di aver dimenticato qualcosa o forse avvertendo i sintomi di un imminente malore abbia deciso di non andare al lavoro. Sullo sfondo resta lo shock della comunità e il dolore di una famiglia. Mattia Pasqua lascia la madre Angela Spada con cui viveva insieme alle sorelle gemelle Sofia e Benedetta e l’attuale compagno della mamma Erik Ghidini titolare di un’impresa edile di costruzioni che si affaccia proprio sulla strada dell’incidente e il padre naturale Iuri. L’intero paese si è stretto intorno alla famiglia in queste ore di tristezza e anche il sindaco Josehf Facchini ha voluto esprimere il suo cordoglio. «Una giovane vita spezzata, tanto insopportabile dolore. Non esisteranno mai le parole adatte per situazioni di questo genere. Una preghiera per Mattia - scrive il primo cittadino - e un abbraccio alla sua famiglia. Che la terra gli sia lieve e possa riposare in pace». Il 21enne di Lumezzane è la quinta vittima in quattro giorni lungo le strade bresciane. •.

Fabio Zizzo

Suggerimenti