CHIUDI
CHIUDI

21.09.2019

I rangers africani griffati «Made in Brescia»

La consegna dei gilet ai rappresentanti della Poaching Prevention Academy
La consegna dei gilet ai rappresentanti della Poaching Prevention Academy

Ricorre domani la Giornata mondiale del rinoceronte bianco e Beretta suggella una collaborazione con la Poaching Prevention Academy (Ppa), organizzazione fondata dall’Associazione italiana esperti d’Africa, attiva da oltre 13 anni con lo scopo di formare, motivare ed equipaggiare i ranger che si occupano della protezione e tutela degli animali in via d’estinzione nel continente africano. La Ppa è attiva in Sudafrica con 8 presidi (tra cui i Parchi Nazionali Kruger e Pilanesberg), in Namibia con 4 presidi (tra cui troviamo il quartier generale della PPA, riserva privata con la maggior concentrazione di rinoceronti del paese e territorio che vanta di non essere mai stato toccato dai bracconieri), in Botswana con 2 riserve, in Malawi con 2 Parchi Nazionali e in altre riserve e parchi sparsi tra Mozambico, Kenya, Tanzania e Congo. Negli anni Davide Bomben (istruttore ufficiale) e i suoi 9 uomini hanno formato oltre 500 ranger, che combattono in prima linea per proteggere dai bracconieri gli animali africani (in particolare rinoceronti). La lotta al bracconaggio e la tutela del rinoceronte stanno cominciando a dare i loro frutti in Sudafrica: nel 2018, infatti, il numero di rinoceronti uccisi è sceso da 1028 a 768 e nel Parco Nazionale Pilanesberg, dove la Ppa è operativa da poco più di 4 anni, si è passati da 80 a meno di 20 esemplari uccisi. Ma tra il 2018 e il 2019, ben 147 ranger hanno perso la vita nell’adempimento del proprio dovere. Un’attenta formazione e un equipaggiamento adeguato sono quindi di fondamentale importanza per supportare questi uomini. Beretta supporta da tempo le iniziative della Ppa ed ha donato 275 gilet tattici ai ranger che si occupano della lotta al bracconaggio e che spesso danno la vita per questo obiettivo. «È un grandissimo onore per noi della Poaching Prevention Academy e dell’Associazione esperti D’Africa essere qui - ha dichiarato Davide Bomben durante la cerimonia di consegna dei gilet, avvenuta nel Museo Beretta alla presenza del presidente Franco Gussalli Beretta - per la consegna di un prodotto ad hoc per i nostri ranger che dimostra quanto l’azienda tenga davvero a questa iniziativa e quando si stia impegnando in maniera concreta a nostro favore. I gilet andranno a vestire direttamente sul campo i nostri ragazzi, che avranno l’opportunità di indossare un prodotto nuovo, di qualità e studiato appositamente per loro». «Auguro a Davide Bomben e a tutto il suo team - conclude Franco Gussalli Beretta - un successo sempre più grande nella lotta al bracconaggio e nella conservazione delle specie africane a rischio. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1