CHIUDI
CHIUDI

30.05.2020 Tags: Lumezzane

La piscina dà il via alla stagione l’Odeon riparte nell’incertezza

Albatros annuncia l’apertura della piscina l’8 giugnoPer l’Odeon una stagione che riparte nell’incertezza
Albatros annuncia l’apertura della piscina l’8 giugnoPer l’Odeon una stagione che riparte nell’incertezza

Aprirà l’8 giugno la piscina della società Albatros. In questi ultimi giorni lettini, ombrelloni, solarium e il chiosco sono stati sistemati e approntati per l’inizio della stagione: una novità ben accolta dai più piccoli che, complice il ritorno al lavoro dei genitori e l’assenza dei grest parrocchiali, potranno contare sull’attività estiva in definizione con le associazioni sportive locali. UN’ALTRA struttura gestita nella parte tecnica da Albatros, che attende novità, è il teatro Odeon. In base alle disposizioni nazionali, il via libera è atteso dal 15 giugno quando ormai la stagione sarà praticamente conclusa. Quindi una ripartenza, tra spettacoli e posti a sedere, tutta da definire nell’incertezza. L’azienda speciale e l’agenzia formativa «Don Angelo Tedoldi», nei giorni scorsi, sono state al centro del Consiglio comunale, da remoto, convocato per approvare i bilanci 2019, illustrati dall’assessore all’Istruzione Lucio Facchinetti. «Albatros», che si occupa anche della parte energetica delle strutture pubbliche distribuite sul territorio, ha chiuso l’esercizio con un utile di oltre 12 mila euro. Tra le varie strutture, ha raggiunto per la prima volta il segno positivo il PalaLumenergia di via Cefalonia (sponsorizzato dall’azienda energetica per 75 mila euro all’anno fino al 2027): grazie a led e fotovoltaico ha consumato un terzo in meno rispetto a prima. Su questo fronte segnali positivi anche dalla scuola elementare «Caduti» di Pieve e dal centro tennis di via X Giornate. Tra settembre e ottobre, dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia da Coronavirus, si concluderanno i lavori della nuova illuminazione pubblica (3.024 lampioni) che hanno richiesto un investimento di 1,7 milioni di euro e porteranno l’azienda speciale a gestire servizio e manutenzione per i prossimi vent’anni. NUMERI DIVERSI, invece, per l’agenzia formativa di Premiano, che ha archiviato il 2019 in perdita (ripianata dal Comune) di 39 mila euro. Un segno «meno» dovuto agli oltre 200 mila euro di incassi mancati tra formazione continua, apprendistato e corsi di qualifica considerato il minor numero di studenti iscritti e anche per i ritardi a livello regionale. L’istituto, comunque, ha spiegato che, quest’anno, saranno attivati quattro nuovi percorsi per apprendisti, mentre a settembre partirà anche quello per operatori socio assistenziali. Nel frattempo si attendono indicazioni dal ministero dell’Istruzione per come a settembre gli studenti dell’obbligo potranno tornare tra i banchi. L’assessore Facchinetti ha annunciato misure dedicate nel maxi pacchetto comunale in arrivo per fronteggiare l’impatto dell’epidemia. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Zizzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1