26.07.2020 Tags: Brescia

«Gelatando»,
il piacere
è anche senza glutine

Monica Robba e Antonio Tanzini nel loro locale di Capriano che propone gelato senza glutine
Monica Robba e Antonio Tanzini nel loro locale di Capriano che propone gelato senza glutine

Capriano del Colle, paese di 5.000 abitanti famoso per il Montenetto e il suo vino doc, ha una sola gelateria artigianale: «Gelatando» ora è conosciuto per la sua caratteristica di essere senza glutine. L’attività nasce nel 2006 producendo quotidianamente gelati miscelati e mantecati da Antonio Tanzini nel laboratorio annesso al locale di vendita che conduce insieme alla moglie Monica Robba. I due, sposati da ventidue anni, hanno deciso di strutturare una «casa-bottega»: sopra l’abitazione di ogni giorno con la famiglia e i tre figli, sotto la «seconda casa», il lavoro della vita, una gelateria a tutto tondo compresa un’area giochi esterna attrezzata. Molto entusiasti di questa avventura diventata realtà i due ora possono parlare del loro prodotto: «Un gelato genuino realizzato con frutta di stagione, scelta, pulita e mondata direttamente sul posto. Le materie prime impiegate sempre di ottima qualità. Il latte e la panna sono consegnati giornalmente, l’impiego dei prodotti sono garanzia di qualità». La specializzazione della produzione di gelato senza glutine nasce dal fatto che proprio la signora Monica è celiaca «e così abbiamo pensato ad un servizio del genere da offrire a tutti. Collaboriamo anche con le cantine del paese e produciamo ad esempio il gelato al marzemino, una qualità di vino prodotta sul territorio di Capriano, e il nostro fiore all’occhiello invece è l’Armanda, il gelato mix di arancia e mandarino».

LA GELATERIA, proseguono, «pone grande attenzione nelle materie prime. Ad ogni gusto c’è il lavaggio della macchina per eliminare ogni rischio, la clientela è di ogni età, sia del posto ma anche della provincia perché sono pochissimi i locali che offrono un gelato di questo tipo che ha lavorazione più lenta si ma con la certezza di un prodotto sicuro. Abbinato al gelato ci sono anche i dolci ed i semifreddi. All’esterno abbiamo un bel giardino per i giochi dei bambini con scivoli, altalene e canestro, non mancano i giochi in scatola e i pomeriggi con le donne del burraco. Ora ovviamente questi ultimi sono fermi per l’emergenza sanitaria ma siamo pronti a riprendere appena ce ne sarà l’occasione. Abbiamo creato un luogo inteso come momento di ritrovo, di gioco, non un classico bar o gelateria, un clima familiare, apprezzato da tutti, l’obiettivo era proprio creare un posto che mancava in paese». E intorno alla gelateria sta nascendo qualcosa di interessante relativo anche al contest di Bresciaoggi: «I nostri clienti ci stanno consegnando i tagliandi che trovano sul giornale per far parte anche noi di questa bella iniziativa che mette in vetrina il nostro settore. Siamo contenti». Infine, le ultime curiosità: «È disponibile anche una stampante alimentare per riprodurre su cialda, certificata senza glutine, le immagini per rendere la torta una torta speciale. Presenti ovviamente anche coppe, affogati, monoporzioni e prodotti di caffetteria e bibite». •

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Emanuele Archiati
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1