27.08.2020 Tags: Brescia

Gelato all’olio
d’oliva: la
sorpresa è garantita

Luca Fabbri nella sua gelateria di piazza Matteotti a Desenzano con una coppa gelato.
Luca Fabbri nella sua gelateria di piazza Matteotti a Desenzano con una coppa gelato.

«Il punto di forza della gelateria Vivaldi? Io!». Sorride con malizia dietro la mascherina Luca Fabbri, direttore della gelateria di piazza Matteotti a Desenzano, che si posiziona al quindicesimo posto della classifica del contest di Bresciaoggi dedicato alla migliore gelateria dell’estate. Ma chissà che in questo rush finale non ottenga una marea di voti proprio per la simpatia, oltre che per la bontà del prodotto. Sì, perché al di là della battuta iniziale, il direttore elenca ciò, che a suo vedere, distingue il locale da altri: «Qualità, cortesia di tutto il personale e attenzione al servizio». Elementi fondamentali quando si decide di svolgere un lavoro come questo e che evidentemente non mancano a Fabbri, se è 30 anni che lo fa convinto: «Non potrei fare altro». Da Vivaldi si trovano i gusti classici del gelato che sono quelli che vanno di più ma anche alcune particolarità, come il pistacchio salato, che è il gusto preferito del direttore, o malaga e liquirizia. Del resto questa gelateria si è distinta in una competizione importante: il «Gelato festival» edizione 2019; Vivaldi ha vinto grazie ad un sapore molto originale: l’olio di oliva che è uno dei prodotti gardesani più rinomati al mondo e quindi a Vivaldi è venuto naturale gareggiare con un ingrediente sano, salutare e locale come questo.

«QUALCHE VOLTA lo facciamo ancora per la gelateria – svela Fabbri – ma non abbiamo un periodo fisso. Bisogna venire a trovarci per vedere se è in produzione, male che vada ci sono tanti altri gusti ottimi, da quelli alla frutta al fondente, tutti senza lattosio né glutine. Per fare un buon gelato non serve tanto: bastano ingredienti giusti e passione». Non svela i segreti delle ricette, perché è bene non dare vantaggi alla concorrenza, ma per il gusto all’olio di oliva Fabbri rivela gli ingredienti: «Olive taggiasche, crostini di pane e naturalmente olio del Garda». Da Vivaldi si possono trovare anche le granite, che mancano d’inverno quando invece il gelato continua ad essere venduto, ovviamente in quantità inferiore rispetto ai mesi caldi. «Il gusto storico delle nostre granite è yogurt, per la sua mantecatura particolare – aggiunge il direttore – ma in questo periodo offriamo anche la granita Campari orange, leggermente alcolica». Sono giorni di lavoro a pieno ritmo, con una trentina di persone che si alternano su tre turni. L’afflusso dei turisti in una delle più rinomate cittadine del lago di Garda in ora è buono e ciò fa recuperare un po’ le sofferenze patite durante i mesi dell’emergenza, anche se, non appena è arrivato il permesso dal governo, Vivaldi si è organizzato con le consegne a domicilio, che erano molte, a conferma di ciò che abbiamo già rilevato in altre occasioni: i bresciani costretti in casa si sono concessi spesso la coccola di un buon gelato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene Panighetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1